Upooling è pronta a guidare l’innovazione

Con la realizzazione della nuova App e la pubblicazione del sito web, FlexyDrive è pronta a portare sul mercato Upooling, la nuova soluzione per il carpooling, facile digitale ed intelligente.

Upooling nasce con un obiettivo preciso: consentire a qualunque azienda, community e provider di mobilità di ottimizzare in modo concreto l’utilizzo dei veicoli e massimizzare il profitto generato dall’impiego della flotta, qualunque sia il contesto.

Per realizzare questo obiettivo è stato adottato un approccio innovativo: il progetto, infatti, nasce non da una sola azienda ma da un pool di aziende appartenenti all’eco-sistema di MobilityUP e che insieme formano una sola squadra, in grado di offrire il meglio delle tecnologie e delle esperienze sviluppate indipendentemente, dietro la regia esperta del team di Upooling.

Con questo approccio è stata integrata l’intelligenza artificiale di Mapadore, realizzando un algoritmo in grado di selezionare autonomamente e proporre il veicolo della flotta che per caratteristiche e costi meglio può soddisfare la necessità del caso, massimizzando il profitto per il cliente.

E nella versione smart c’è anche la tecnologia di 2hire che trasforma Upooling in una chiave digitale innovativa per accedere all'intera flotta in modo distribuito e geolocalizzato.

Il progetto, però, non si ferma qui e presto ci sarà anche l’integrazione con Fleetmatica per accelerare la crescita di ben 4 startup con… l’innovazione al servizio dell’innovazione!

upooling_news.png
Emiliano Fulli
2hire e Fleetmatica on the edge!

Unternehmertum Venture Capital ha pubblicato lo studio condotto da alcuni dei suoi partner che hanno analizzato le 3.000 startup che più di tutte stanno contribuendo a rivoluzionare l'industria della mobilità, sfruttando l'innovazione tecnologica da un lato ed i fattori sociali e politici dall'altro.

Nel report vengono analizzate le attuali tendenze del settore e fornita una panoramica, corredata da un'analisi dettagliata, del cosiddetto European Mobility Startup Landscape.

È confermato per l’Italia un ritardo generale del settore, con l’aggregato delle startup nostrane che, per numero, raccolta di fondi e crescita, occupa le ultime posizioni della classifica.

Ci sono, però, note molto positive con 2hire e Fleetmatica, ben due delle startup partecipate da MobilityUP, che entrano a pieno titolo nell’eco-sistema delle startup europee.

Un risultato per MobilityUP che appare addirittura straordinario, se confrontato con quello del sistema paese. Dimostrazione dell’ottimo lavoro fatto con il dealflow e come advisor ma soprattutto il risultato dell’impegno e della dedizione dei team di 2hire e di Fleetmatica.

Complimenti a loro!

Maggiori info a questo link.

european_news.png
Emiliano Fulli
Con MobilityUP all’Automotive Dealer Day

Un grande evento attende MobilityUp e le startup nel prossimo mese di maggio.

È stato siglato un accordo con Quintegia, ideatore ed organizzatore dell’Automotive Dealer Day 2019, per ospitare una selezione delle startup appartenenti all’eco-sistema specializzato in mobilità.

Automotive Dealer Day è l’evento europeo di riferimento per gli operatori del settore automotive, occasione di incontro per concessionari, case costruttrici e aziende della filiera in un contesto indipendente. Con la partecipazione record di 4.500 operatori, nel 2018 la 16^ edizione di Automotive Dealer Day ha registrato la presenza di più del 60% dei concessionari italiani, 15 case automobilistiche e 6 associazioni di categoria, per un programma di 60 appuntamenti tra assemblee di concessionari, workshop, meeting e incontri con la stampa.

E quest’anno per la prima volta si apre al mondo delle startup, grazie all’accordo voluto fortemente da entrambe le parti per agevolare l’incontro tra due mondi molto vicini ma che ancora dialogano poco: gli operatori tradizionali dell’automotive e le startup protagoniste della rivoluzione nella mobilità.

Le startup selezionate per partecipare ad ADD2019 sono 2hire, Fleetmatica, Mapadore, Upooling e Wash Out.

DealerDay_news.png
Emiliano Fulli
Mapadore + MobilityUP

Mapadore e MobilityUP insieme per portare l’intelligenza artificiale nella mobilità.

La partnership sancita con questo nuovo investimento consentirà a Mapadore di sviluppare nuove soluzioni basate su AI applicate al settore dei trasporti, collaborando con MobilityUp e il suo portafoglio di startup per sviluppare sinergicamente applicazioni innovative, per un mercato in piena trasformazione.

La startup accelerata da Nuvolab offre una soluzione SaaS (Software as a Service) pensata per ottimizzare le attività degli operatori (venditori, tecnici, promotori, ecc..), che compiono le loro attività professionali in mobilità.

Dopo aver raccolto 1 milione in fundraising ed esser stata nominata da Gartner come “Cool Vendors in CRM Sales 2018”, Mapadore – grazie alla flessibilità della sua tecnologia – ora punta a sviluppare soluzioni al servizio delle imprese impegnate a “creare benefici concreti, duraturi e scalabili per la mobilità di persone e cose” in linea con la mission di MobilityUp.

E molto presto potremo già misurare il potenziale di questa nuova alleanza… stay tuned!

mapadore_news.png





Emiliano Fulli
MobilityUP partner di MCE4X4 2019

È partita ufficialmente la call for startup di MCE 4X4, tra i principali eventi nazionali sul tema mobilità e startup, che si terrà il 17 Maggio 2019, e MobilityUP è al fianco dei promotori in qualità di ecosystem partner.

MCE 4X4 ha lo scopo di mettere “in vetrina” e premiare le migliori startup che potranno candidarsi in 4 aree tematiche:

- superINTERACTION: mezzi di trasporto, infrastrutture e device connessi

- superCLEANTECH: energie innovative, nuovi materiali e tecnologie a supporto dell’ottimizzazione energetica

- superSERVICES: servizi a supporto della mobilità, servizi di sharing economy, on demand economy, mobile payment

- superENTERPRISE: innovazione a sostegno delle attività aziendali, della logistica e dei processi

MCE 4X4 è promosso da Assolombarda Milano Monza-Brianza, Lodi e Camera di Commercio Milano, Monza-Brianza, Lodi in collaborazione con l’acceleratore d’impresa Nuvolab in qualità di advisor per l’innovazione. Un partenariato di eccellenza che testimonia il valore del lavoro svolto da MoblityUP nel verticale della mobilità in questi anni.

La call raggiungibile a questo link scadrà il 5 Aprile. Maggiori dettagli su MCE 4X4 sono disponibili sul sito web.

img_newsMCE4x4.png
Emiliano Fulli
Wash Out e Telepass insieme!

Wash Out annuncia con estremo piacere l'ingresso di Telepass S.p.A. nell'azionariato della società.

L’ingresso di Telepass come nuovo socio è la conferma della volontà di entrambe le parti di facilitare l'utente nel quotidiano rapporto con il proprio veicolo e la mobilità. Grazie alla partnership tra le due società è infatti possibile prenotare un lavaggio anche tramite l'app TelepassPay!

Il round da 1 milione di euro di finanziamento è il secondo “non-seed” chiuso da Wash Out che aveva già all’attivo un round da 800mila euro ottenuto con la vittoria del programma di accelerazione BHeroes nel 2018.

Con queste risorse la startup punta ora ad investimenti in marketing e comunicazione per crescere nel mercato B2C ma anche ad ampliare la sua offerta sul territorio.

washout-telepass.jpg
Emiliano Fulli
Con Fleetmatica verso la e-mobility

Gennaio 2019 ha coinciso per MobilityUP con la sua 7a “accelerazione”. È stato siglato, infatti, un investimento importante in Fleetmatica, la startup innovativa che sfrutta l’intelligenza artificiale ed i big data per sviluppare la piattaforma proprietaria a supporto di aziende e privati che affrontano la transizione verso la mobilità elettrica.

Attraverso il calcolo della “percorrenza elettrica equivalente”, Fleetmatica è in grado di pianificare, ottimizzare e gestire il passaggio alle auto elettriche con strumenti di facile ed immediato utilizzo per chiunque.

MobilityUP crede fermamente nel progetto ed in come questo potrà supportare la crescita prevista dei “veicoli a batteria” nel prossimo futuro. Per questo motivo ha deciso di investire in Fleetmatica non solo finanziariamente, ma soprattutto con un contributo diretto della propria squadra di esperti per ampliare ed arricchire le opportunità di sviluppo della startup.

Entrambe le aziende puntano a realizzare anche importanti sinergie di scopo attraverso una proposizione congiunta dei rispettivi servizi e di quelli che fanno già parte dell’eco-sistema per la mobilità che MobilityUP ha ideato nel 2017 ed oggi con Fleetmatica prende ulteriore forma.

fleetmatica.png
Emiliano Fulli
Partnership Le Village by Crédit Agricole

Le Village by Crédit Agricole è un ecosistema aperto e inclusivo a sostegno del business e dell’innovazione del territorio che conta già 25 centri in Francia ed è appena arrivato in Italia, aprendo Le Village a Milano.

Con l’inaugurazione della splendida e nuovissima sede di circa 2700 m², realizzata in un convento del 1400 in Corso di Porta Romana, a due passi dal centro ed ottimamente collegata, le startup potranno usufruire di servizi strategici, preziosi nelle loro fasi di crescita, oltre ad ambienti con elevatissimi standard di comfort, funzionalità e design, appositamente studiati per il lavoro individuale e di gruppo.

MobilityUP, coinvolta per assicurare all’iniziativa un “advisor” competente nel verticale della mobilità, non ha fatto mancare il suo impegno a supporto del progetto. Ed è stato anche grazie all’impegno di MobilityUP che la prima “call 4 startup” – dedicata ai due canali del “FinTech & Future mobility” – ha visto la candidatura di molte startup innovative, una ventina nel solo verticale dedicato alla mobilità del futuro.

Il 30 gennaio si è tenuto il “Pitch Day” in cui 25 aziende pre-selezionate hanno potuto presentare le rispettive iniziative al comitato di valutazione e ad un panel di manager di società del gruppo Credit Agricole, per essere ammesse al percorso di accelerazione di Le Village.

le_village.png
Emiliano Fulli
MobilityUP a BHeroes 2019

B Heroes è un percorso di accelerazione rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia.

Quest’anno è partita la seconda edizione del programma con la candidatura di 650 startup che sono state successivamente selezionate grazie ad un tour di 18 tappe, organizzato nelle principali città italiane, con la partecipazione dei numerosi mentor che sostengono il progetto.

I soci partner di MobilityUP hanno partecipato a 10 delle 18 tappe in programma, nelle quali hanno potuto ascoltare e valutare ben 260 startup, svolgere oltre 60 one-to-one, contribuendo così in modo rilevante alla selezione delle 58 startup che hanno avuto accesso alla fase finale.

Il 15 e 16 gennaio si è svolta la fase di selezione finale che ha assicurato, alle migliori 20 startup presenti, l’accesso alla fase finale del programma di accelerazione che porterà ad un investimento finale di 800.000 euro ed, ancora una volta, MobilityUP ha contribuito in modo determinate.

Infine, ci piace ricordare come, nella prima edizione del 2018, la startup nominata la migliore del programma e vincitrice del primo premio sia stata Wash-out, oggi una realtà di grandi prospettive in cui MobilityUP ha investito fin dal suo primo fundraising.

bheroes.jpg
Emiliano Fulli
MobilityUP investe in Campania

MobilityUP, nell’ambito delle iniziative interne di sviluppo e innovazione tecnologica e coerentemente al piano industriale approvato dai suoi investitori, ha avviato in Campania un primo investimento finalizzato alla realizzazione di una piattaforma avanzata a supporto della mobilità “as a service”.

A questo scopo è stata aperta una sede a Napoli dove verranno impiegate risorse con competenze tecniche ed informatiche di primo livello che andranno a costituire il team che opererà come centro di ricerca e sviluppo dell’azienda, da cui nasceranno le soluzioni che MobilityUP porterà sul mercato negli anni a venire.

Ad iniziare da quanto verrà sviluppato attraverso “PeVeS”, un progetto cofinanziato dall’Unione Europea, dallo Stato Italiano e dalla Regione Campania, nell’ambito del POR Campania FESR 2014-2020.

Ambito del progetto sono le recenti tendenze della sharing economy e la pervasività dei sistemi “mobile”, unitamente agli ultimi sviluppi ITS, che individuano nella mobilità come servizio (MaaS) la nuova frontiera dei trasporti urbani. Il MaaS è un modello di mobilità in cui le necessità degli utenti sono soddisfatte da un singolo fornitore di servizi integrato che combina infrastrutture di trasporto, informazioni di viaggio, servizi di pagamento e altro ancora. L'onda "as a service" permetterà di superare le barriere all’utilizzo dei vari mezzi di trasporto, offrendo ai clienti nuove soluzioni di mobilità che costituiranno un'alternativa valida al possesso dell’auto privata o abiliteranno impieghi complementari, come la condivisione peer-to-peer ovvero da utente a utente.

La tecnologia è il fattore abilitante per il raggiungimento degli obiettivi di PeVeS: dalla telematica di bordo all’artificial intelligence, passando per algoritmi automatici di scoring e big data analysis, ci si propone di realizzare una piattaforma all’avanguardia nel panorama delle soluzioni MaaS ed in linea con i megatrends “Smart Cities”, “Connected Vehicles”, “Shared Economy” e “Green Mobility”.

Progetto cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale

PCFESR.png
Emiliano Fulli
Think Out Event

In un clima familiare persone impegnate in nuove imprese per la mobilità hanno incontrato investitori e partner e hanno aperto con loro il confronto sulle sfide che stanno affrontando.

Emiliano Fullitalent garden